Walpaper samsung 2018

I migliori smartphone cinesi del 2017 (Marzo)

Guida all’acquisto degli smartphone cinesi

Gli smartphone cinesi stanno conoscendo una nuova fase di espansione, caratterizzata dall’ingresso nel mercato cinese (e non) di prodotti di punta dalle eccellenti qualità costruttive, processori Snapdragon in luogo di quelli Mediatek, e, talvolta, anche interfacce personalizzate con funzionalità distintive. Se infatti fino a qualche tempo fa gli smartphone cinesi rappresentavano un’alternativa meno costosa ai brand tradizionali venduti in Europa, ora racchiudono caratteristiche peculiari e innovative tali da stuzzicare tutti gli utenti interessati all’acquisto di un dispositivo Android di fascia alta. Ormai Xiaomi, Meizu e molti altri brand cinesi presentano nelle grandi fiere dedicate al mondo della tecnologia, alla stregua dei famosi brand come Samsung, LG, ecc.

Per tutti gli interessati, però, non perdete il nostro canale Telegram , dove segnaliamo quotidianamente le migliori offerte del web dedicate alla tecnologia e, ovviamente, anche agli smartphone cinesi.

In questa guida vogliamo fornirvi l’elenco di tutti i migliori smartphone cinesi usciti sul mercato. Qual è il vostro smartphone cinese preferito tra quelli che vi abbiamo elencato?

Come abbiamo scelto i migliori smartphone cinesi?

Qualche precisazione doverosa. Ci teniamo a sottolineare che i modelli che abbiamo preso in considerazione in questa guida non tengono conto del prezzo di vendita ma si tratta di una classifica stilata sulla base della sola esperienza d’uso offerta all’utente. Considerate inoltre che molti smartphone indicati in questa guida sono disponibili per il solo mercato cinese, e per acquistarli bisogna affidarsi agli store che li importano in Europa, al costo di una maggiorazione sul prezzo di vendita. Altri invece, sono disponibili in due versioni differenti, una per il mercato cinese, l’altro per quello Europeo (che in tal caso tendiamo a consigliarvi per la piena compatibilità con le frequenza LTE utilizzate dagli operatori italiani, la famosa banda B20). E proprio la compatibilità completa con le frequenze italiane è alla base del posizionamento di molti modelli qui indicati, motivo per cui alcuni smartphone cinesi, non dotati della versione internazionale, appaiono in posizioni più basse in classifica. Inoltre va segnalato che, rispetto al passato, anche molte aziende cinesi si stanno orientando sulla produzione di smartphone di fattura più elevata, non più paragonabili ai classici terminali senza lode di anni fa. Va sottolineato infine che sempre più distributori si stanno prendendo in carico l’importazione in Italia e gli smartphone cinesi cominciano a trovarsi in Italia senza difficoltà, anche a partire dal noto .

Se siete alla ricerca di modelli più economici (orientativamente con un prezzo inferiore a 200 euro) vi rimandiamo alla nostra guida sui . I prezzi possono oscillare molto, a seconda dello store che sceglierete per l’acquisto.

Classifica dei migliori smartphone cinesi sul mercato: guida all’acquisto

Xiaomi RedMi Note 3 Pro: la versione Pro si rinnova nell’hardware

A circa due mesi di distanza dall’uscita di Xiaomi RedMi Note 3 è sbarcata sul mercato la sua versione Pro (unica versione che presentiamo in questa guida proprio perché Pro), che ha portato novità soprattutto in campo hardware. E’ questa, infatti, la più rilevante feature “pro” dello smartphone, che si presenta con processore Qualcomm Snapdragon 650 hexa-core. La qualità nelle prestazioni è notevole, così come la gestione dell’autonomia, che, grazie ad un processore ben ottimizzato e capacità della batteria di 4000 mAh, permette un utilizzo intenso e duraturo.
Xiaomi RedMi Note 3 Pro esiste anche in versione da 2GB di RAM, ma la versione presentata qui, con 3GB di RAM, sicuramente presenta un connubio vincente che garantisce fluidità e dà man forte alla buona qualità del processore.
Grande consenso e piacere estetico vanno alla qualità costruttiva, che vanta materiali di pregio e dettagli di valore. Il lettore di impronte digitali che si integra nel design risulta veloce e recettivo.

Xiaomi RedMi Note 3 Pro: cosa non va?
Spesso, davanti ad un cinafonino, sembra che i difetti riscontrati siano sempre gli stessi: RedMi Note 3 Pro non si smentisce. Manca il supporto alla frequenza LTE a 800 MHz e occorre “giocare” un po’ con le varie ROM MIUI per impostare la lingua italiana.
L’ampia memoria interna da 32GB permette in questo caso l’espansione tramite MicroSD fino a ben 256GB. Il problema, che ormai siamo soliti riscontrare, è che la memoria esterna occupa lo spazio della seconda SIM. Bisogna scegliere, dunque, fra più memoria o più utenze. Assente, infine, l’NFC.

Xiaomi RedMi Note 3 Pro: commenti
Xiaomi RedMi Note 3 Pro percorre sicuramente la strada del successo dei suoi predecessori, portando novità, soprattutto nell’hardware, in grado di dare ottime soddisfazioni. I difetti, come ben sappiamo, non sono assenti e sembrano soprattutto rimarcare le tipiche mancanze che riscontriamo sugli smartphone cinesi, anche di famiglia Xiaomi, come il blocco di qualche notifica di tanto in tanto oppure la necessità di dover smanettare con le ROM. Un buon rapporto qualità/prezzo, comunque, rende Xiaomi RedMi Note 3 Pro uno smartphone competitivo e di valore.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Aprile 2016 | Peso: 164gr | Spessore: 8.6 mm | Sistema operativo: Android 5.1 Lollipop – MIUI 7.3 | Aggiornamento disponibile: Android 6.0 Marshmallow – MIUI 8 | Display: 5.5 pollici | Risoluzione: 1920 x 1080 pixel (401 PPI) | Processore: Qualcomm Snapdragon 650 Dual-core 1.8 GHz + quad-core 1.2 GHz. GPU: Adreno 510| RAM: 3GB | Memoria interna totale: 32GB | Memoria interna disponibile: – | MicroSD: Sì, fino a 256GB | Fotocamera principale: 16MP | Fotocamera anteriore: 5MP | Batteria: 4000mAh, Rimovibile: NO | 4G: SÌDual-SIM: SI

Devi sceglierlo se…

✔ Vuoi una versione Pro che sia davvero tale nell’esperienza hardware
✔ Vuoi uno smartphone dall’ampia autonomia
✔ Anche l’occhio vuole la sua parte: vuoi uno smartphone bello!

NON devi sceglierlo se…

✖ Non vuoi dover smaettare con le ROM MIUI
✖ Non vuoi dover scegliere tra MicroSD e seconda SIM
✖ Non vuoi problemi di ricezione con il 4G (soprattutto utenti Wind)

 

Meizu M5 Note: il miglior smartphone cinese a basso costo

Meizu M5 Note Smartphone, 5.5 pollici Full HD, Helio P10 Octa-Core, 3 GB RAM, Memoria 16 GB, 13 MP PDAF Camera, 4G LTE, Grigio

Prezzo: 129.99&#8364

Una delle ultime novità in casa Meizu è ufficialmente disponibile anche in Italia e aggiorna e completa la tanto amata, da noi e da tutti, serie M: è Meizu M5 Note. Esteticamente, questo modello non si discosta dal suo predecessore M3 Note, ma il design totalmente in metallo e il lettore di impronte frontale sono delle scelte vincenti che lo fanno apprezzare. Sicuramente è questo uno dei punti di forza, e, anche se le dimensioni, che racchiudono il display da 5.5 pollici, penalizzano un po’ la praticità, l’esperienza che regala questo design è più che positiva.

Di Meizu M5 Note esistono varie versioni, ma quella direttamente reperibile in Italia, si caratterizza per i 3GB di RAM e 16GB di memoria interna. Complessivamente, il processore Helio P10 permette un buon utilizzo ma soffre un po’ sul lato surriscaldamento.

La Fotocamera è un aspetto che si fa apprezzare di Meizu M5 Note. Entrambi i sensori, posteriore da 13MP e anteriore da 5MP donano scatti buoni per la media della concorrenza e finalmente non dobbiamo rinunciare alla qualità fotografica in un fascia di prezzo intorno ai 200€.

Meizu M5 Note: cosa non convince
Sulla carta, la batteria da 4000 mAh promette grandi cose ma, forse il processore energivoro, forse il carico di prestazioni, non si riesce a superare il giorno di utilizzo. Se state cercando uno smartphone che duri anche due giorni, non è questo quel che fa per voi.

Dal punto di vista software, l’interfaccia Flyme di Meizu è interessante e permette un utilizzo semplice e completo della funzionalità dello smartphone. Purtroppo, non è ancora disponibile il suo ultimo aggiornamento e Meizu M5 Note arriva anche con Android Marhsmallow. Aspettiamo la Flyme 6.0 ed Android Nougat, per una completezza ancora maggiore.

Meizu M5 Note: i commenti
La serie M si è sempre di diritto aggiudicata un posto d’onore nelle nostre guide, soprattutto perché offriva dei dispositivi di grande interesse a prezzi molto competitivi. L’arrivo di Meizu nel mercato italiano ha da un lato semplificato l’acquisto e la reperibilità, ma forse ha penalizzato un po’ il fattore convenienza, rendendo meno competitivi questi dispositivi. E’ un peccato che nel nostro Paese ci sia solo la versione 3GB/16GB, ma complessivamente Meizu M5 Note è uno smartphone da tenere in considerazione se si vuole un dispositivo di fascia medio-bassa dalle caratteristiche equilibrate.

La versione precedente di questo smartphone, Meizu M3 Note, resta ancora valida sul mercato ed adatta a chi voglia maggiormente abbassare il budget.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Febbraio 2017 | Peso: 175gr | Spessore: 8.2mm | Sistema operativo: Android Marshmallow 6.0 – UI Flyme 5.2 | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5.5 pollici | Risoluzione: 1080 x 1920 pixel (403 PPI) | Processore: MediaTek Helio P10 | RAM: 3GB | Memoria interna totale: 16GB | Memoria interna disponibile: – | MicroSD: SÌ | Fotocamera principale: 13MP | Fotocamera anteriore: 5MP | Batteria: 4000mAh, Rimovibile: NO | 4G: SÌ | Dual SIM: Sì

Devi sceglierlo se…

✔ Vuoi uno smartphone dal bel design
✔ Punti sulla fotocamera

NON devi sceglierlo se…

✖ Vuoi che la batteria duri più di un giorno
✖ Ti aspetti Android Nougat in uno smartphone del 2017

Honor 8: il miglior smartphone Android cinese elegante

Honor 8 Smartphone 4G LTE, Display 5.2 Prezzo consigliato: 399€
Risparmi: 192€ (48%)

Prezzo: 207&#8364

Honor 8 è l’ultima novità della casa cinese e vista la chiara ispirazione a Huawei P9 il suo successo è già scritto. I due smartphone non condividono propriamente le stesse caratteristiche, a partire dal comparto hardware, ma invariati restano il display, le caratteristiche software e, cigliegina sulla torta, il comparto fotografico. Se quello che volete è un Huawei P9 più “economico” e, soprattutto, dual SIM, Honor 8 fa per voi. I dispositivi Honor sono ormai sbarcati nel commercio italiano e, grazie anche al supporto della frequenza LTE a 800 MHz, queste caratteristiche aumentano esponenzialmente l’appetibilità di Honor 8.
In ambito hardware, Honor 8 supera addirittura il P9, visti i 4GB di RAM e il un processore leggermente depotenziato ma in grado di gestire meglio i consumi.

Honor 8: cosa non è andato giù…
Lo abbiamo detto: sulla carta, la fotocamera di Honor 8 è la stessa che si trova su Huawei P9. Purtroppo, però, i risultati degli scatti, soprattutto nelle situazioni più sfavorevoli, non sono altrettanto uguali. La qualità resta alta, senza ombra di dubbio, quindi non possiamo ritenere la fotocamera un deterrente per l’acquisto dello smartphone, ma ciò che promettono le specifiche, in questo caso, non viene mantenuto.

Honor 8: la nostra opinione
Ottime impressioni regala Honor 8 regala un’esperienza d’uso di ottimo livello e lo riteniamo un terminale da scegliere se si vogliono coniugare tanti aspetti positivi su tutti i settori. La concorrenza che fa agli smartphone cinesi si registra soprattutto online, dove lo si trova a prezzi davvero competitivi e complessivamente, se si sta cercando un top di gamma di fascia media con caratteristiche di fascia alta, la scelta è quasi obbligata.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Agosto 2016 | Peso: 149gr | Spessore: 8.45 mm | Sistema operativo: Android Marshmallow 6.0.1 – Interfaccia: EMUI | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5.2 pollici | Risoluzione: 1080 x 1920 pixel (424 PPI) | Processore: Huawei HiSilicon Kirin 950 Quad-core 2.3 GHz + quad-core 1.8 GHz. GPU: Mali-T880 MP4 | RAM: 4GB | Memoria interna totale: 32GB | Memoria interna disponibile: – | MicroSD: SI, fino a 128 GB | Fotocamera principale: 12MP | Fotocamera anteriore: 8MP | Batteria: 3000mAh, Rimovibile: NO | 4G: SÌDual-SIM: SI

Devi sceglierlo se…

✔ Stai cercando un Huawei P9 che sia dual SIM e più economico
✔ Vuoi uno smartphone cinese che supporti la frequenza LTE a 800 MHz
✔ Vuoi un lettore di impronte funzionale, pratico e preciso

NON devi sceglierlo se…

✖ Vuoi il 4G su entrambe le SIM e non vuoi dover scegliere tra SIM e MicroSD
✖ Non vuoi rischiare il surriscaldamento

Meizu MX6: il miglior smartphone cinese dual-sim full active (DSFA)

Xiaomi Redmi 5 Smartphone da 5,7 Prezzo consigliato: 129.5€
Risparmi: 6.5€ (5%)

Prezzo: 123&#8364


Meizu MX6 è l’ultimo smartphone prodotto dall’ormai nota casa cinese, che porta con sè le linee eleganti del Meizu Pro 6 in un corpo unibody in metallo che fa dell’eleganza il suo punto di forza, che include il vetro frontale 2.5D. Il design prevede un tasto fisico centrale Home che integra un lettore di impronte (mTouch): sfiorando il tasto si torna Indietro, con un pressione si torna alla Home mentre con una pressione prolungata si blocca lo schermo.

Lo schermo da 5.5 pollici IPS offre una risoluzione Full-HD (1080p), che si traduce in una densità di 401ppi, che, seppur ottimo nei colori e nell’angolo di visione, pecca nella visibilità sotto la luce del sole. L’hardware ruota attorno al nuovo processore targato Mediatek, deca-core Helio X20, affiancato da ben 4GB di RAM e 32GB di memoria interna non espandibili. Di buono ha la buona gestione del processore, capace di attivare i core sulla base della necessità effettiva, favorendo quindi una buona autonomia. Di contro però c’è da sottolineare che la memoria RAM non è LPDDR4, ma LPDDR3.

La fotocamera da 12MP (Sony IMX386) sfrutta una dimensione maggiore dei singoli pixel (1.25 µm), al fine di catturare una maggiore quantità di luce. Le foto a bassa luce sono ottime, anche se inferiori rispetto a quanto visto con modelli top come il Galaxy S7 / S7 Edge.

Perchè comprare Meizu MX6?
Oltre all’ottima qualità fotografica e il comparto hardware di alto livello, Meizu MX6 ha delle caratteristiche capaci di distinguerlo nel panorama degli smartphone. Anzitutto si tratta di un Dual-SIM Full Active, ovvero di uno smartphone capace di gestire contemporaneamente due SIM in maniera indipendente. Inoltre supporta la ricarica ultra-rapida da 12V a 2A (M Charge) capace di caricare il 30% di batteria in soli 10 minuti. Meizu MX6 non è però esente da difetti: la GPU non è performante come i top di gamma sul mercato, manca lo stabilizzatore ottico, non ha l’NFC, non ha la radio e non supporta la banda ad 800Mh.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Agosto 2016 | Peso: 155gr | Spessore: 7.25mm | Sistema operativo: Android 6.0 Marshmallow (FlyMe 5.1) | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5.5 pollici | Risoluzione: 1080 x 1920 pixel (401 PPI) | Processore: Deca-core Helio X20 | RAM: 4GB | Memoria interna totale: 32GB | MicroSD: NO | Fotocamera principale: 12MP | Fotocamera anteriore: 5MP | Batteria: 3060mAh, Rimovibile: NO | 4G: SÌDual-SIM:

Devi sceglierlo se vuoi…

✔ vuoi un VERO dual-SIM
✔ scatti molte foto con lo smartphone
✔ vuoi uno smartphone che sia anche bello da vedere

NON devi sceglierlo se…

✖ non vuoi avere problemi di segnale con nessun operatore
✖ vuoi la radio FM
✖ sei appassionato di giochi graficamente “pesanti”

LeeCo Pro 3: il miglior smartphone cinese sorpresa del 2016

LeTV LeEco Coolpad Cool1 5.5

Prezzo: 156.99&#8364

LeeCo Pro 3 è tra gli smartphone cinesi più interessanti usciti sul mercato. Il design non è di certo il suo punto di forza, nonostante le linee premium e la buona qualità costruttiva, colpa delle cornici spesse attorno al display e la somiglianza fin troppo palese con qualche dispositivo Huawei.

E’ uno smartphone dual-SIM che, a differenza di molti smartphone cinesi, si basa su un processore quad-core Snapdragon 821 da 2,35 GHz, affiancato dalla potente GPU Adreno 530, 4GB di RAM (LPDDR4) e 32GB non espandibili. Dal punto di vista hardware, in termini di potenza di calcolo, è tra i migliori dispositivi cinesi sul mercato. Tra l’altro è disponibile anche nella versione potenziata da 6GB e 64GB di memoria interna. Il lettore di impronte, dall’estetica aggressiva e posizionato sul retro, è reattivo e preciso.

Gli altri vantaggi racchiudono il supporto alla banda 20 (800Mhz) in 4G, un’ampia batteria da 4070mAh, e la dotazione dell’NFC. Non manca la ricarica rapida (Quick Charge 3.0) da 12V/3A. La qualità fotografica data dalla fotocamera da 16MP con doppio flash a LED dual-tone è ottima, anche se con qualche pecca nelle foto in scarse condizioni di luminosità e qualche piccolo problema nella messa a fuoco.

I difetti di LeEco Le Pro 3 sono davvero pochi per uno degli smartphone cinesi più sorprendenti del 2016, e risiedono nell’assenza del jack audio e nella pre-installazione di bloatware cinesi che richiedono il root per essere rimossi.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Settembre 2016 | Peso: 175gr | Spessore: 7.5mm | Sistema operativo: Android 6.0 Marshmallow | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5.5 pollici | Risoluzione: 1080 x 1920 pixel (401 PPI) | Processore: Qualcomm Snapdragon 821 | RAM: 4GB | Memoria interna totale: 32GB | MicroSD: NO | Fotocamera principale: 16MP | Fotocamera anteriore: 8MP | Batteria: 4070mAh, Rimovibile: NO | 4G: SÌDual-SIM:

Devi sceglierlo se vuoi…

✔ vuoi un processore Snapdragon e non Mediatek da top di gamma
✔ uno smartphone con cui giocare a qualsiasi gioco anche in futuro
✔ non vuoi avere problemi con gli operatori
✔ vuoi uno smartphone con autonomia elevatissima

NON devi sceglierlo se…

✖ vuoi utilizzare auricolari tradizionali
✖ non sopporti l’idea di vedere app cinesi pre-installate

 

Huawei P10: il miglior smartphone cinese “europeo” compatto

Huawei P10 Smartphone, Mono SIM, 64 GB, Nero

Prezzo: 348&#8364


Huawei P10 è il nuovo smartphone lanciato da Huawei, ultimo upgrade della famosissima famiglia dell’Azienda cinese.

La nuova gamma P10, che si compone di questo modello base e della sua versione Plus, sono dei veri top di gamma, per una sapiente gestione dell’esperienza d’uso che oramai ha fatto entrare Huawei tra i migliori produttori al mondo. Dal punto di vista delle prestazioni, usare P10 è un piacere, perché permette di eseguire tutte le attività in modo fluido, veloce e sapientemente gestito: il processore HiSilicon Kirin 960 proprietario Huawei e 4GB di RAM sono senza dubbio un connubio vincente. La presenza di Android Nougat non poteva che essere “scontata” e si integra perfettamente con l’immancabile interfaccia EMUI, in versione 5.1, che può piacere o non piacere ma sicuramente è un marchio distintivo di Huawei.

Huawei è stata la prima azienda a lanciare con successo la Dual Camera, con il modello P9 dello scorso anno, e questo trend, avendo conquistato tutta la concorrenza, non potevamo non ritrovarlo sul P10. I risultati del comparto sono senza dubbio ottimi, ma abbiamo riscontrato una qualità migliore nel modello Plus, che, in questo senso, vince tra i due.

Il design degli smartphone Huawei è sempre stato convincenti, secondo noi, e il modello base della gamma P10 si adatta perfettamente a chi voglia un top di gamma che non “sfori” nelle dimensioni. Il display da 5.1 pollici, che si ridimensiona leggermente rispetto ai modelli precedenti, permette di mantenere delle dimensioni tascabili e maneggevoli, che si adattano alla volontà di molti. Se, invece, volete godere a pieno dei contenuti, il modello Plus monta display da 5.5 pollici.

Huawei P10: poche novità
Non c’è dubbio che per uno smartphone del genere valga la pena, ma non possiamo fingere che sia esente da difetti. Una sensazione generale che si ha nel toccarlo è che non ci sia stata una netta e palese novità rispetto al P9 dello scorso anno. Nel design, abbiamo un cambiamento nella posizione del lettore di impronte, che passa alla facciata anteriore, ma nulla di più. Huawei ha voluto mantenere delle linee certe, che probabilmente faranno apprezzare questo smartphone da tutti colori che hanno sempre apprezzato i modelli precedenti (specialmente il P9).

Un altro aspetto che un po’ fa storcere la bocca è indubbiamente il prezzo. Siamo stati abituati per anni a vedere Huawei come eccellente alternativa a smartphone il cui prezzo di base erano 700€, ma ormai l’Azienda sembra essere caduta nella stessa “trappola”. Huawei P10 ha un prezzo di listino di 679€.

Huawei P10: i commenti 
Il motivo per cui in cui questa guida abbiamo scelto di inserire il modello base di Huawei P10 è fondamentalmente il prezzo. Il modello Plus, ovviamente, supera di molto la soglia dei 700€ e quindi è indubbiamente adatto solo ad un certo tipo di pubblico. Se, però, siete disposti a spendere quella cifra, ovviamente dovrete considerarlo. Nel complesso, Huawei ha presentato ancora una volta degli smartphone convincenti. Non si grida al miracolo in termini di novità, ma quali sono le novità che cerchiamo? Abbiamo di fronte un dispositivo stabile, prestante ed esteticamente bello. Huawei P10 entra di diritto tra i migliori smartphone attualmente sul mercato.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Marzo 2017 | Peso: 145gr | Spessore: 7mm | Sistema operativo: Android Nougat 7.0 – EMUI 5.1 | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5.1 pollici | Risoluzione: 1080 x 1920 pixel (432 PPI) | Processore: HiSilicon KIRIN 960. GPU Mali-G71 MP8  | RAM: 4GB | Memoria interna totale: 64GB | Memoria interna disponibile: – | MicroSD: SÌ | Fotocamera principale: Dual Camera 20MP + 12MP | Fotocamera anteriore: 8MP | Batteria: 3200mAh, Rimovibile: NO | 4G: SÌ | Dual SIM: No

Devi sceglierlo se…

✔ Vuoi un top di gamma
✔ Non vuoi rinunciare alla praticità
✔ Vuoi Android Nougat

NON devi sceglierlo se…

✖ Vuoi che la batteria duri più giorni
✖ Non vuoi spendere più di 600€

Zuk Z2 Pro: il miglior smartphone cinese “costoso”

kwmobile Lenovo ZUK Z2 Pro Cover - Custodia per Lenovo ZUK Z2 Pro in silicone TPU - Back Case protezione posteriore trasparente

Prezzo: 6.9&#8364

Anche Lenovo si fa sempre più rispettare nel mondo della telefonia e, con Zuk Z2 Pro, il meglio è arrivato. Abbiamo parlato di Lenovo perché Zuk altro non è che una sussidiaria della famosa casa cinese.
Questo smartphone intrigante (che presentiamo qui in versione Pro, ma di cui esiste anche la versione base) vanta caratteristiche di primissimo ordine e uno stabilità di pregio; il tutto, ad un prezzo che, per la qualità, appare piuttosto equilibrato. Specie dopo le fortune del modello precedente, è difficile rimanere indifferenti a Zuk Z2, indubbiamente tra i migliori smartphone Android cinesi del 2016.
Andando per ordine, è l’architettura hardware a lasciare, per prima cosa, soddisfatti. Il chipset Snapdragon 820 porta con sé ben 6GB di RAM (esiste anche la versione da 4GB), che danno davvero il massimo in termini di fluidità e reattività dello smartphone, promettendo di renderlo fluido anche in futuro.
La memoria interna arriva fino a ben 128GB, anche se non è possibile espanderla (è questo davvero un problema?).
Ottime prestazioni non sarebbero fino in fondo apprezzabili senza una adeguata batteria che le supporti. Buono il bilanciamento energetico e la batteria da 3000 mAh, dotata di modalità di ricarica veloce, riesce a supportare bene lo stress quotidiano.
Nessun problema di Connettività per i nostri operatori: Zuk Z2 Pro supporta la frequenza LTE a 800 MHz.

Zuk Z2 Pro: cosa non va?
L’assenza dello slot per la MicroSD è di per sé una mancanza, ma la scelta della casa produttrice è certamente legata all’ampia possibilità di spazio interno disponibile nel dispositivo. 128GB sono certamente molti e molto capienti, quindi l’impossibilità di espanderli tramite MicroSD non costituisce, in realtà, un contro di grande rilievo.
Quel che va sottolineato è che Zuk Z2 Pro, per le tante opportunità che offre, si colloca come smartphone dedicato ad un bacino di utenti esperti, o quantomeno “smanettoni”. L’esperienza d’uso che più fa apprezzare la vera qualità del dispositivo è l’esperienza “strong”, di chi cerca il massimo nel proprio smartphone e lo “spreme” a questo scopo. Al momento manca poi il supporto della CyanogenMod.

Zuk Z2 Pro: commenti
Zuk Z2 Pro è davvero uno di quegli smartphone per cui vale la pena. Il prezzo di vendita si colloca appena al di sotto dei 500€ e, tenuto conto delle caratteristiche tecniche, si tratta di un compromesso ben equilibrato. Il rapporto/qualità prezzo è buono e vale il confronto con molti smartphone più blasonati. Circa 150€ la differenza di prezzo rispetto alla versione base, di simili caratteristiche, ma con 4GB di RAM e 64GB di memoria interna. In base alle proprie esigenze, occorre porsi la domanda di quale modello convenga acquistare.
Forse, considerato che spesso si associa il binomio smartphone cinesi – prezzi contenuti, vale la pena studiare bene Zuk Z2.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Giugno 2016 | Peso: 145gr | Spessore: 7.5 mm | Sistema operativo: Android 6.0 Marshmallow – Interfaccia: ZUI 2.0 | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5.2 pollici | Risoluzione: 1080 x 1920 pixel (424 PPI) | Processore: Qualcomm Snapdragon 820 Dual-core 2.15 GHz + dual-core 1.6 GHz. GPU: Adreno 530 | RAM: 6GB | Memoria interna totale: 128GB | Memoria interna disponibile: – | MicroSD: NO | Fotocamera principale: 13MP | Fotocamera anteriore: 8MP | Batteria: 3100mAh, Rimovibile: NO | 4G: SÌDual-SIM: SI

Devi sceglierlo se…

✔ Vuoi la massima fluidità, garantita da ben 6GB di RAM
✔ Non vuoi problemi di spazio: tutti i tuo contenuti saranno archiviabili grazie a 128GB di memoria interna
✔ Uno smartphone dal buon rapporto qualità/prezzo

NON devi sceglierlo se…

✖ Non vuoi rinunciare alla possibilità di espandere la memoria (nonostante i 128GB di memoria interna)
✖ Vuoi uno smartphone che supporti la Connettività NFC
✖ Non sei uno “smanettone”

Xiaomi Mi 5S Plus: il miglior smartphone cinese per display

Xiaomi Redmi 5 Plus Smartphone da 5.99 Prezzo consigliato: 172.58€
Risparmi: 2.58€ (1%)

Prezzo: 170&#8364


Xiaomi Mi 5S Plus è una delle ultime novità di Xiaomi, che si conferma una delle aziende cinesi (se non, LA) tra le più avanzate e competitive. Iniziamo con il dire che di questo smartphone esistono due versioni, entrambe disponibili online su piattaforme differenti: la versione 4GB/64GB e quella da 6GB/128GB. Dal punto di vista hardware, a questo smartphone non manca nulla. Fluidità, velocità, il massimo delle prestazioni garantite dal chipset Snapdragon 821.. cosa chiedere di più? Anche sul design c’è un’attenzione particolare, soprattutto sui materiali: il metallo è protagonista indiscusso.

Xiaomi Mi 5S Plus si fa forte, sul lato Fotocamera, della Dual Camera da 13MP, che dà certamente risultati buoni rispetto ai competitors che non godono di questa tecnologia. Anche la batteria riesce a gestire in modo adeguato le prestazioni, permettendo di arrivare comodamente a sera.

Xiaomi Mi 5S Plus: non per tutti
Il top delle prestazioni, sì, ma a che cosa bisogna rinunciare? Sicuramente alla praticità: 5.7 pollici di display non lasciano molto spazio alla maneggevolezza e se cercate uno smartphone che entri comodamente in tasca dovete orientarvi su un altro modello. A dire il vero, per rimanere in casa Xiaomi, basterebbe scegliere la versione “base”, Mi 5S, con caratteristiche tecniche comparabili e display da 5.15 pollici.

Xiaomi Mi 5S Plus non è pensato, inoltre, per il commercio europeo, e soprattutto italiano, quindi manca il supporto alla frequenza LTE a 800 MHz. Alcuni operatori potrebbero quindi avere difficoltà nella ricezione del segnale.

Xiaomi Mi 5S Plus: i nostri commenti
Il rapporto qualità/prezzo è sicuramente uno dei principali punti di forza di questo smartphone. Visto il comparto hardware che si porta dietro, la competizione con i suoi diretti concorrenti è vinta sul lato prezzo. Considerato, inoltre, l’aggiornamento che sta arrivando del sistema operativo, alla versione Android Nougat 7.0, la competizione è ancora più forte. Per tutti coloro che vogliano il massimo da uno smartphone cinese e il massimo anche in termini generali, Xiaomi Mi 5S Plus non è uno smartphone da sottovalutare.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Ottobre 2016 | Peso: 168gr | Spessore: 8mm | Sistema operativo: Android Marshmallow 6.0 – UI MIUI 8.0 | Aggiornamento disponibile: pianificato per Android Nougat 7.0 | Display: 5.7 pollici | Risoluzione: 1080 x 1920 pixel (386 PPI) | Processore: Qualcomm Snapdragon 821 | RAM: 4/6GB | Memoria interna totale: 64/128GB | Memoria interna disponibile: – | MicroSD: SÌ | Fotocamera principale: Dual Camera da 13MP | Fotocamera anteriore: 4MP | Batteria: 3800mAh, Rimovibile: NO | 4G: SÌ | Dual SIM: Sì

Devi sceglierlo se…

✔ Vuoi uno smartphone al top in fatto di hardware
✔ Vuoi massimizzare il rapporto qualità/prezzo

NON devi sceglierlo se…

✖ Tra tanti smartphone cinesi, ne vuoi uno direttamente disponibile in Italia
✖ Non vuoi problemi con il 4G (clienti Wind)
✖ Vuoi uno smartphone tascabile

Huawei Mate 9: il miglior smartphone cinese per autonomia

Huawei P20 Lite 5.8

Prezzo: 252&#8364

Huawei Mate 9 propone un mix di autonomia e potenza che ha davvero pochi rivali nel mercato odierno, pur partendo svantaggiato da un prezzo che lo fa risultare poco competitivo. Il chip HiSilicon Kirin 960 da 2,4GHz fa veramente viaggiare senza indugi tra tutte le possibilità di utilizzo di uno smartphone moderno, accompagnato anche dalla recentissima RAM da 4 GB di ultima generazione (DDR4 per i più tecnici). Lo spazio disponibile è di 64GB ma lo spazio occupato dal sistema sfiora i 12GB. Ad accompagnare uno smartphone davvero prestante troviamo il lettore di impronte fulmineo, come ormai è marchio di fabbrica di Huawei. Però occhio al display, le dimensioni possono assolutamente essere una discriminante nella scelta di acquisto: non è uno smartphone per tutti.

Huawei Mate 9: si poteva fare qualcosa in più…
Huawei Mate 9 nasce con tutti i crismi di un top di gamma, ma stavolta Huawei non innova molto sul fronte del design, lasciando un po’ perplessi i più esigenti. Il design simile a quello dell’anno passato è sempre stato un cruccio anche per altre case (Apple?!), Huawei ci è caduta in pieno non introducendo nemmeno il fattore waterproof. Purtroppo, poi, manca la radio FM e questo è un dato non gradito ai più.

Huawei Mate 9: la nostra opinione
Huawei Mate 9 è un signor smartphone, senza indugi. Le dimensioni e qualche scelta di Huawei, come il prezzo elevato o il design poco innovativo, possono sicuramente creare qualche remora nei consumatori, ma le prestazioni sono davvero assicurate perché Mate 9 è davvero potente e veloce.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Ottobre 2016 | Peso: 190gr | Spessore: 7.9mm | Sistema operativo: Android 6.0 Marshmallow | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5.9 pollici | Risoluzione: 1080 x 1920 pixel (373 PPI) | Processore: Huawei Hisilicon Kirin 960 Quad-core 2.4 GHz Cortex-A73 + Quad-core 1.8 GHz Cortex A53. GPU: Mali-G71 MP8 | RAM: 4GB | Memoria interna totale: 64GB | Memoria interna disponibile: 52.5GB | MicroSD: Sì, fino a 256GB | Fotocamera principale: 20MP | Fotocamera anteriore: 8MP | Batteria: 4000mAh, Rimovibile: NO | 4G: SÌDual-SIM: solo d’importazione

Devi sceglierlo se vuoi…

✔ Prestazioni di altissimo livello, soprattutto nel gaming
✔ Software semplice ed intuitivo
✔ Fotocamera di ottima qualità
✔ Autonomia strepitosa

NON devi sceglierlo se…

✖ vuoi un design con molte novità rispetto alla precedente edizione
✖ vuoi la radio FM
✖ vuoi uno smartphone waterproof
✖ vuoi spendere poco

OnePlus 3T: il miglior smartphone cinese

Honor 8 Smartphone 4G LTE, Display 5.2 Prezzo consigliato: 399€
Risparmi: 192€ (48%)

Prezzo: 207&#8364

Sono tantissime le novità che ci hanno portato a scegliere OnePlus 3T come miglior smartphone cinese in commercio, ma una merita di essere menzionata subito: finalmente è stato abbandonato il sistema ad inviti.
OnePlus 3T è sicuramente un top di gamma a tutti gli effetti: non solo per la presenza di 6 GB di RAM (che fecero anche scalpore all’inizio perché non sfruttati davvero ma più motivo di marketing), per la presenza di fotocamere convincenti. Ma onestamente è tutto l’insieme ad averci convinto: è un sistema fluido, che gira bene, che non ha intoppi e che si fa valere sul suo display AMOLED.
OnePlus forse ha creato il top di gamma meno cinese che ci sia, molto più simile ai prodotti che siamo soliti trovare in Europa, ma ha mantenuto i suoi capisaldi: moddabilità, uno stile perfettamente riconoscibile e in generale prestazioni elevate.

OnePlus 3T: cosa non va?
OnePlus 3T è uno smartphone eccellente, ma ci sono piccole note che possono far storcere il naso agli utenti più esigenti (e con ragione!), a partire dall’assenza degli auricolari nella scatola di vendita: un fattore che nel 2017 non fa piacere, specie a fronte di una spesa importante.
A fronte poi di un’inversione di tendenza nei top di gamma Samsung, anche OnePlus poteva riportare il supporto per microSD al suo portabandiera.

OnePlus 3T: commenti
OnePlus 3T ci ha ricordato quasi un Nexus come stile: prodotto con raffinatezza, eleganza, capace di prestazioni al top con qualche piccola caduta di tono. E’ il miglior smartphone Android cinese, questo per noi è un dato di fatto. Però non è uno smartphone adatto a tutti, perché nelle sue dimensioni si possono riscontrare problemi di ergonomia.
La batteria, pur essendo una unità da 3400 mAh, risente dell’hardware energivoro e non fa gridare al miracolo in termini di autonomia, pur garantendo praticamente sempre la giornata lavorativa e rappresenta comunque una differenza in meglio rispetto al modello base.
OnePlus 3T però ci è piaciuto tanto e non ci tiriamo indietro: consigliato! Tenete anche in considerazione che è uscito , dotato di una piattaforma hardware meno avanzata, ma per questo più economico (399€) e quindi lasciamo a voi la scelta di quale modello scegliere per l’acquisto. Per una differenza così esigua noi consigliamo assolutamente OnePlus 3T, il miglior smartphone cinese sul mercato.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Giugno 2016 | Peso: 158gr | Spessore: 7.35 mm | Sistema operativo: OxygenOS basato su Android Marshmallow – Interfaccia: – | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5.5 pollici | Risoluzione: 1080 x 1920 pixel (401 PPI) | Processore: Qualcomm Snapdragon 820 Quad-core 2.22 GHz + quad-core 1.6 GHz. GPU: Adreno 530 | RAM: 6GB | Memoria interna totale: 64GB/128GB | Memoria interna disponibile: – | MicroSD: NO | Fotocamera principale: 16MP | Fotocamera anteriore: 16MP | Batteria: 3400mAh, Rimovibile: NO | 4G: SÌDual-SIM: SI

Devi sceglierlo se…

✔ Vuoi il migliori smartphone cinese attualmente sul mercato
✔ Vuoi uno smartphone al massimo della fluidità
✔ Hai sempre voluto un modello OnePlus ma eri frenato dal sistema a inviti

NON devi sceglierlo se…

✖ 64GB di memoria interna non ti bastano e hai bisogni dello slot per la microSD
✖ Conti sulla presenza di auricolari nel box di vendita
✖ L’autonomia è un aspetto chiave per te



Похожие новости


Diy shorts lace 2018
Free spirit tattoo
Cute outfits for middle school dances 2018
Charcoal suit blue shirt red tie 2018
Oscar dresses 2018
Pink dresses for quinceaneras 2018
Gwyneth paltrow casual style 2018
How to style a twisted updo